Gli “Azzurri”

ARTICOLO 1 – L’ATLETA AZZURRO

La qualifica di “Azzurro” è riconosciuta esclusivamente agli atleti che, su designazione del Responsabile del Settore Agonistico, gareggino in campionati o manifestazioni internazionali come membri della Squadra Nazionale. La qualifica “Azzurro” costituisce il massimo onore ed il più alto riconoscimento d’ordine morale per gli atleti.
L’Atleta Azzurro deve:
1. rispettare i regolamenti KIB, i compagni di squadra, gli Ufficiali di gara, i Maestri, gli Istruttori e tutte le direttive da loro impartite;
2. partecipare obbligatoriamente a tutti gli allenamenti nazionali e rispettarne le date e gli orari;
3. essere responsabile della propria condizione fisica e, nel caso in cui sia interessato al combattimento individuale, deve rientrare nei limiti del Fisical Index della rispettiva categoria almeno un (1) mese prima dell’evento;
4. durante gli allenamenti, deve sempre impegnarsi al massimo sia dal punto di vista fisico che mentale;
5. essere sempre in possesso di certificato medico per idoneità alla pratica agonistica in corso di validità rilasciato da organismo riconosciuto ed autorizzato (ASL) o medico sportivo autorizzato, e deve esibirlo sia agli allenamenti nazionali che alle gare nazionali ed internazionali;
N.B.: date le responsabilità che gravano sui membri del Settore Agonistico e sul Consiglio Direttivo, in caso di mancato possesso del detto certificato medico agonistico l’Atleta sarà immediatamente espulso dalla squadra anche lo stesso giorno della partenza per il Campionato.
6. indossare il kudogi e il casco da Kudo originali nelle gare nazionali ed internazionali.
7. in ogni momento l’atleta “Azzurro” deve essere consapevole del fatto che rappresenta tutta la KIB e l’Italia. Pertanto è tenuto a mantenere un comportamento tale da non compromettere l’immagine della Squadra Nazionale e della KIB tutta;
8. rispettare gli Ufficiali di Gara di ogni nazione, gli atleti delle altre delegazioni, gli usi e costumi del paese ospitante in caso di trasferta;
9. mantenere sempre un comportamento degno del paese che sta rappresentando, anche in occasione di festeggiamenti a conclusione di competizioni.
N.B.: venire meno anche ad una sola di queste norme, può determinare l’immediata espulsione dalla squadra e/o delegazione.

ARTICOLO 2 – CRITERI DI SCELTA DELL’ATLETA AZZURRO

Gli Atleti Azzurri sono scelti secondo i seguenti criteri:

1. partecipazione a tutti gli allenamenti e ritiri Agonistici.
2. partecipazione alle competizioni Nazionali, Open e Internazionali così come stabilito dal Settore Agonistico all’inizio dell’anno sportivo in corso.
NB: non e’ automatico quindi che il Campione Italiano in carica di ogni categoria venga scelto per far parte degli “Azzurri”
3. dimostrazione del massimo rispetto verso i Maestri, gli Istruttori ed i propri compagni sia in allenamento che fuori.
4. essere sempre al meglio della propria forma fisica.
5. essere idoneo a competere a livello internazionale secondo l’opinione dei responsabili del Settore Agonistico.
6. mantenimento del Fisical Index della categoria di appartenenza, almeno un (1) mese prima dell’impegno internazionale.
7. possesso di regolare Tesserino KIB e Iscrizione alla stessa in corso di validita’.

Categorie
Regolamento

Potrebbe Interessarti

  • Dojo Kun

    DOJO KUN wareware-wa Kudo non syugyo wo tuuji seishinyoku kyokonaru a tairyoku towo yashinai bun-ni shitashimi chiryoku wo Neri hito-to musubite yuujo wo Taishi motte jinkakuno Touya wo nashi...
  • Regolamento Arbitrale Adulti

    ESTRATTO DEL REGOLAMENTO DI GARA KUDO INTERNATIONAL FEDERATION   La vittoria o la sconfitta vengono determinate per mezzo di ogni attacco diretto effettuato utilizzando pugni, calci, gomitate, testate, proiezioni...
  • Regolamento Arbitrale Ragazzi

    REGOLAMENTO ARBITRALE DI GARA PER PRATICANTI DAI 6 AI 14 ANNI   La vittoria viene assegnata mediante le due seguenti modalità: IPPON – Mediante l’esecuzione, entro il limite massimo...
  • Organico

    Le regole del Dojo – Il Maestro e’ tenuto a procedere sulla via dell’apprendimento e a riversare sui suoi allievi quanto apprende per crescere con loro – L’allievo e’...